Dov’è Anne Frank – Graphic Novel

Oggi, 12 giugno 2022, è il compleanno di Anne Frank, quindi voglio dedicare a lei il mio nuovo articolo.
Ma prima di tutto voglio ricordarvi degli articoli che abbiamo scritto in precedenza, sia legati a lei che ad altre persone che hanno vissuto l’Olocausto.

Ora passiamo al cuore di ciò di cui voglio parlarvi oggi:

Dov’è Anne Frank è un film del 2021 diretto dall’israeliano Ari Folman. Il film è stato presentato a Cannes FIlm Festival 2021, fuori competizione, il 9 luglio 2021. Poi è stato rilasciato nello stesso anno in: Francia, Belgio, Lussemburgo e Olanda.

Il film non è ancora arrivato in Italia ma l’adattamento in graphic novel sì. Oggi sono qui per parlarvi di questo.

La storia si apre in una solita notte ad Amsterdam, nel museo dedicato ad Anne e alla sua famiglia. Il diario prende vita e da esso ne esce una ragazzina, la sua migliore amica immaginaria, Kitty.
Lei è subito smarrita e non sa che fine abbia fatto Anne e gli altri. Perciò prende il diario e si rifugia in camera dell’amica e s’immerge nella lettura del diario, rievocando i loro primi momenti insieme, cioè l’attimo in cui Anne l’ha creata.

Le vicende seguiranno la fuga di Kitty, identificata come la ragazzina che ha rubato il diario, e un gruppo di ragazzini, migranti clandestini, con cui lei farà amicizia.
Nel corso della storia, Kitty apprenderà il destino della famiglia Frank e specialmente di Anne e agirà di conseguenza, facendo riecheggiare il messaggio che lei ha sempre voluto trasmettere.
Ponti, biblioteche, ospedali, tutti riportano il suo nome; Anne Frank è ovunque ma Kitty non riesce a trovarla. Riuscirà a ricongiungersi a lei nel significato delle parole che scrisse.

Un importante paragone che viene fatto in questa storia è quella tra gli ebrei e la persecuzione di altre minoranze nel mondo, oppure dei migranti che fuggono dalla guerra e non vengono aiutati, ma rifiutati e rispediti in patria. Alcuni hanno criticato ciò ma ritengo che sia un ottimo modo per rendere attuale quanto è accaduto circa ormai 80 anni fa.
Il film e questa graphic novel sono un ottimo modo per avvicinare i giovani a diversi argomenti: all’Olocausto, alla storia di Anne e alla sofferenza delle minoranze nel mondo in tempi odierni.

Posso criticare solo che si vede come sia stato pensato più come a un film piuttosto che come a una graphic novel (devo ancora vedere il film). Le vignette sono molto belle visivamente ma nascono, la maggior parte, per essere viste in movimento.

Inoltre, per muove un ulteriore piccola critica, preferivo il design di Anne del primo adattamento in graphic novel del diario.

Anne e la copertina della prima graphic novel
Anne nel nuovo film e graphic novel

No che adesso il design sia brutto, ma il primo la fa sembrare più naturale e più una ragazzina della sua età.
Ma mi rendo conto che qui può essere questione di gusti e forse anche un modo per rendere più facile l’animazione.

Tornando alle cose belle che ha da offrirci questa esperienza, ho trovato molto toccante la lettera che Kitty scrive ad Anne e qui ve ne riporto solo un frammento:

Non puoi saperlo, Anne, ma oggi il tuo nome è conosciuto in tutto il mondo; tutti hanno letto il tuo diario, quel diario che mi è sempre vicino e che ora è il mio cuore pulsante. E anche se non ti sarà di grande conforto, posso dire che un altro dei tuoi sogni – il sogno di innamorarti – è diventato reale per me grazie all’incontro con Peter. E il mio Peter sta facendo tutto il possibile per realizzare un altro dei tuoi splendidi sogni: aiutare altri bambini come te che ancora oggi soffrono nel mondo, vittime delle armi e delle stragi compiute dagli uomini. Gli stessi uomini che tu credevi fossero fondamentalmente buoni, benché avessero inventato la guerra e i suoi orrori

In conclusione, non vedo l’ora anche io di riuscire a recuperare il film, perché sarà un’emozione completamente diversa da quanto può offrire questo adattamento in graphic novel, che nonostante la sua bellezza rimane un po’ “castrato”.
Consiglio a tutti di acquistarla, per supportare il progetto e per avere nella propria collezione il messaggio di Anne, narrato in forma diversa e originale.

Shiki Tima Ryougi

6 pensieri riguardo “Dov’è Anne Frank – Graphic Novel

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...