Il bambino di Dio

Mi sono imbattuta in un manga davvero peculiare, grazie ai consigli del proprietario della mia fumetteria di fiducia.
Sto parlando del Il bambino di Dio (Kami no Kodomo) di Nishioka Kyoudai.
La prima cosa a catturarmi è stato lo stile del disegno perché della trama non sapevo assolutamente niente ma l’atmosfera e l’argomento trattato sono stati un’esca perfetta per me. Ho acquistato quasi al buio, quindi, e ho fatto bene.
E’ diventato uno dei miei manga preferiti e presto recupererò altre opere di questo autore di cui magari vi parlerò in seguito.

Pubblicato dalla Showcase nel 2018, un volume che non supera le 260 pagine e che si legge tutto di un fiato. Vi presento un’opera strana, perversa, intrigante e pesante. Quindi non adatta a tutti.

Trama:
Il tutto inizia dal concepimento del nostro protagonista, che dice: sono nato così, uscendo dal buco di culo di mia madre (cit.).
Assistendo alla morte di tutti i suoi innumerevoli fratelli, fin prima della nascita, il primo sentimento che dominerà la sua vita sarà la paura, seguito dalla rabbia e vendetta.
Lui sopravvive nello stomaco della madre, non nell’utero e nasce defecato come un escremento.
Da questo punto in poi ripercorreremo tutta la sua vita, dall’infanzia fino alla morte.

Tutto è incentrato su di lui e la sua crescita, circondato da personaggi che avranno un ruolo più o meno marginale ma al tempo stesso, in alcuni punti, determinanti.
Il ritmo è serrato, accompagnato da disegni suggestivi dallo stile particolare che a me ha letteralmente rapito.
Ammetto che non tutti apprezzeranno questo manga, sia per il disegno che per la storia, ma posso assicurare che vale la pena dare un’occhiata.
Mi ha conquistata anche dalla narrazione (comunque minimale – infatti il manga è scorrevole, nonostante la pesantezza degli argomenti) della prima parte, dove viene dipinta l’immagine di Dio come la manifestazione del sangue e della corruzione, e lui, il figlio, ne è il simbolo.

In un certo senso, come penso che sia abbastanza ovvio, la vicenda ripercorre alcune vicende del vangelo e della vita di Gesù. Abbiamo davanti a noi l’Anticristo in persona, l’altra faccia della medaglia.

Perversioni, desiderio, comportamenti antisociali, noia, ricerca di stimoli e una vera schiera di discepoli pronti a seguirlo ovunque.
Ma da come potrete immaginare, non mancherà nemmeno il Giuda di turno.
Da qui il declino sarà repentino.
Perché anche i figli di Dio sbagliano.

Shiki Ryougi

13 pensieri riguardo “Il bambino di Dio

  1. Dato che ho un po’ perso di vista il mondo dei fumetti (e in particolare dei manga) questa recensione mi è stata molto utile. Spero ce ne siano altre in seguito. ;)
    PS: credo che lo stile ricordi un poco Miguel Angel Martin…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...